COMING SOON: Dieci anni dopo

Bologna è stata capitale della Cultura nel 2000. Gli anni Ottanta e Novanta sono stati ricchi di sperimentazione. Si sono tenute mostre memorabili: Maurice Sendak, i valvolinici al servizio dell’infanzia, Yambo, Roberto Innocenti, Lisbeth Zwerger, Joost Swarte, i francesi, gli inglesi, gli americani. Si sono ricercate tendenze, gruppi, correnti, movimenti e si è guardato al passato. Poi è cominciata un’epoca di celebrazioni, di remake (Roberto Innocenti), di mostre storiche ed è stata un po’ tralasciata la linea della ricerca e della scoperta. Fra i 26 illustratori interpellati nel 2000 per il nostro alfabetiere il tedesco Nikolaus Heidelbach ebbe il compito di illustrare la lettera H. Ci mandò questa tavola che sottolineava un Hobby a noi molto caro.
Siamo molto contente dell’interesse che, finalmente, questo autore suscita anche in Italia. Per Donzelli è annunciato l’album Cosa fanno le ragazzine? Sono annunciate inoltre tante iniziative, da una mostra alla Biblioteca Europea di Roma alla celebrazione della Fiera di Bologna 2011.
Lunga vita ai grandi illustratori!
Grazia Gotti