Clementina Neropepe e i cuochi di domani

Sono firmate da Lorenza Bernardi le avventure di Clementina Neropepe, la ragazzina appassionata di cucina che corona il suo sogno e riesce ad entrare all’Ecole d’Haute Cuisine Jean Fresnay, una scuola di alta cucina, selettiva, un’Accademia del gusto frequentata da ragazzi provenienti da diversi luoghi del mondo. Nelle parole della scrittrice ferrarese (milanese d’adozione) capace di far convivere armonicamente la passione per lo sport con quello della narrazione, c’è il mondo degli chef, c’è l’impegno, la fatica, il confronto, la competizione. Si racconta, anche attraverso le illustrazioni di Sara Not, la frequentazione di mercati rionali, la ricerca di ingredienti freschi, di prodotti a km 0, si parla di di ecologia, di competenza, di concentrazione, di  abilità, di originalità, di estro.
Nei libri della collana “Crêpe Suzette”, in catalogo per le Edizioni El, si ritrovano anche i desideri e le aspirazioni dei ragazzi che frequentano gli istituti alberghieri, quelli che guardano con ammirazione ai cuochi stellati o ai pasticceri capaci di conquistare palati reali, quelli che conoscono i nomi e le proprietà delle spezie, che sanno se usare noce moscata, paprika o cardamomo, che hanno seguito con attenzione la lezione sull’olio, che hanno studiato le proprietà degli alimenti assieme a ricette che raccontano la storia della cucina. Sono i ragazzi dei ristoranti di domani, delle pasticcerie, delle offellerie di nuova generazione, delle trattorie, delle locande, delle navi da crociera e dei ristoranti aziendali, sono i ragazzi che avranno la responsabilità di educarci al gusto, nel rispetto del territorio, salvaguardando la salute di chi mangia.
Silvana Sola
La cucina è  protagonista nella mostra Il sapore delle immagini
Biblioteca Edmondo De Amicis, Anzola dell’Emilia, aperta fino al 26 aprile