Cavalli parte seconda: passioni, eroismi, fedeltà, briglie sciolte e immaginazione

Ieri abbiamo parlato di libri e corse clandestine.
Oggi parliamo di libri e di cavalli attingendo da una letteratura per ragazzi che riserva al superbo equino una grande attenzione. Nuova di quest’anno la collana dedicata ai primi lettori “Vic e Vento”, testi di Beatrice Masini, illustrazioni di Sara Not per Emme edizioni. Un giocattolo, la manifattura dei cavalli, è capace di scatenere la fervida immaginazione di Vic che si trova protagonista di sempre nuove avventure, assieme aVento, un cavallo dal manto rossiccio come i suoi capelli.

Sono cavalli letterari, mitologici, storici quelli raccolti da June Crebbin e illustrati dal segno classico di Inga Moore per l’antologia Cavalli, in catalogo per Einaudi Ragazzi.
Anche Roberto Piumini si occupa di cavalli offrendo ai giovani lettori una serie di racconti racchiusi in un libro titolato Mille cavalli. Docili quadrupedi si alternano a scatenati puledri, a creature alate, a cavalli di legno frutto dell’ingegno di Achei famosi, a cavalieri leggendari.
“ Il principe Alessandro, a dodici anni, fu chiamato dal padre Filippo, re di Macedonia.
– Figlio-disse il re- Ormai sai cavalcare. Quando sarai grande. E diventerai re, dovrai avere un cavallo forte e coraggioso…”

Per i lettori più grandi il bel romanzo di Michael Morpurgo pubblicato per i tipi di Rizzoli.
War Horse racconta di cavalli in guerra, delle migliaia di cavalli inglesi, utilizzati durante la Prima Guerra Mondiale, che diedero la vita per la patria, parla dell’amicizia tra un ragazzo e il suo cavallo, della forza del sentimento, della commozione del ricongiungimento.
“ … appeso il piccolo dipinto di un cavallo, uno splendido baio ciliegia con una meravigliosa stella al centro della fronte e quattro balzane perfette…”
Silvana Sola