La ventottesima edizione del Salon du livre et de la presse jeunesse è incominciata ieri.
Grande inizio con la presentazione a Parigi, al Petit Palais, di un’opera davvero straordinaria, un dizionario di anatomia per ragazzi, nato fra i musei e le biblioteche storiche di Bologna.
Tutto cominciò tre anni fa con la visita di Katy Couprie al museo delle cere anatomiche L. Cattaneo, dove sono custodite le ceroplastiche. La storica biblioteca dell’Archiginnasio le ha poi fornito libri antichi di anatomia.
Da tutto ciò e dall’amicizia con il Professor Alessandro Ruggeri, è nato il Dictionnaire fou du corps, edito da Thierry Magnier, un lavoro di grande qualità che vede insieme materiale di repertorio, dalle stampe alla fotografia e la mano di Katy. I testi sono di doppia natura: scientifici quelli del professore, personalissimi quelli dell’autrice.
Nella bella sala del Petit Palais, di fronte alla quale si erge la statua di Dante, studente a Bologna nella prima università dell’Occidente, nella cornice dei mercoledì letterari si è tenuta una interessantissima e divertente presentazione.
Noi eravamo fra il pubblico con alcuni studenti dell’Accademia Drosselmeier e la famiglia del Professor Alessandro Ruggeri. Una delegazione bolognese a mantenere vivo l’appellativo di Bologna la Dotta.
Grazia Gotti