Bicentenario verdiano, fumetti e musica

In un libro, in catalogo per le edizioni Archinto in collaborazione con il Teatro alla Scala, Pinin Carpi raccontava ai ragazzi la storia di uno dei teatri più importanti al mondo e, attraverso parole e figure, apriva un varco per permettere ai giovani lettori di accedere ai luoghi della musica.
Luoghi che spesso sono lontani dal mondo dei ragazzi, dai linguaggi che usano, dal loro immaginario.
Ma è proprio dalla Fondazione di un Teatro Comunale, quello di Modena, che arriva una proposta editoriale molto interessante, una collana ideata per far incontrare, a bambini e adolescenti, l’universo della lirica. “Lirica a strisce. L’opera a fumetti” propone Macbeth, Romeo e Giulietta, La Traviata, Otello, un progetto che si pone l’obiettivo di avvicinare i ragazzi (ma anche gli adulti che non frequentano questa forma musicale) al melodramma, alle affascinanti storie che muovono parole, musica, voci e suoni.
Firma la sceneggiatura Stefano Ascari, modenese, da anni attivo nel mondo del fumetto, i disegni sono affidati, per Giulietta e Romeo e Macbeth, alla penna di Cesare Buffagni, anche lui modenese, fumettista, attore, regista.
Le altre opere liriche in catalogo hanno invece il segno di Andrea Pagliaro, un segno che si plasma sull’opera da illustrare, che sceglie ardite forme di rappresentazione.
Un Otello che guarda al mondo dell’arte e a quello dei supereroi, in un alternarsi di situazioni capaci di esaltare la drammaticità della gelosia, dell’ira, della morte.
Sono le atmosfere di Dumas figlio quelle descritte, invece, nell’opera verdiana La Traviata: nelle pagine il segno indaga i sentimenti, i rapporti sociali, la verità e le bugie utilizzando tutte le tonalità dei marron per descrivere l’apparente spensieratezza, l’amore negato, il mal sottile, il tragico epilogo.
“Abbinare l’opera al fumetto – spiega il maestro Aldo Sisillo, direttore del Teatro Comunale di Modena – e il progetto “Lirica a strisce” sono una scommessa per avvicinare le giovani generazioni e le famiglie alla musica lirica, in questo caso alle opere più amate di Verdi. Il fumetto, quindi, come mezzo di comunicazione ‘moderno’ per spiegare e illustrare grandi storie cantate. Spesso si ricordano le arie e i cori più famosi ma non si conoscono le storie e gli intrecci; in questo modo, mentre si ascoltano le arie di Verdi, attraverso i CD che saranno allegati, si potrà sfogliare il fumetto e leggere il racconto di ogni opera: la musica lirica da leggere e da ascoltare.”
La Traviata è in edicola con due cd d’ascolto che ci riportano le mirabili interpretazioni di Maria Callas e Giuseppe di Stefano, seguiranno le altre opere liriche in catalogo.
Silvana Sola