Bellezza della parola, bellezza delle immagini, armonie

La casa editrice RueBallu, nella collana “Jeunesse ottopiù”, ci porta alla scoperta della musica, dei musicisti, dei luoghi in cui le sonorità si esprimono.
Sono biografie, storie di vite, incontri ordinari e straordinari con le note i libri in catalogo per la casa editrice palermitana, insignita del premio “Miglior progetto editoriale 2016”, dalla rivista Andersen.
Ė straordinaria la musicalità espressa nelle pagine firmate da Roberta Torre, cineasta, sceneggiatrice, drammaturga, sono perfette le offerte del visivo realizzate con il garbo che la contraddistingue  e la grande competenza di segno da Pia Valentinis per il libro Ipazia e la musica dei pianeti.


Il libro narra di un incontro tra due donne di geografie e tempi cronologici diversi. Un incontro che da voce a Ipazia d’Alessandria la grande matematica.
Filosofa neoplatonica, scienziata, astronoma, Ipazia incarna un femminile capace di speciale dialettica, di profondità di analisi, di curiosità scientifica, di pensiero libero.
Nel libro c’è Alessandria d’Egitto, c’è la volontà di dare voce a pensieri e vivere il contraddittorio o la condivisione. C’è la sapienza, l’educazione, la solarità e il notturno, c’è la vita e la morte.
E c’è la musica “Camilla mette l’orecchio vicino alla conchiglia e la sente finalmente la musica dei pianeti… Anzi, le sente, secondo la lezione di Ipazia, non una ma tutte le musiche possibili, l’armonia delle stelle..”.

Silvana Sola