Australia

Fra i premi della Bologna Children’s Book Fair, quello attribuito agli editori è il più recente, ed è quello a cui ho prestato sin qui minor attenzione. Ora è il caso di recuperare. Comincio dalla casa editrice premiata per la zona più lontana, l’Oceania. Sin dai primi anni della mia esperienza alla fiera di Bologna ho visitato lo stand di Allen & Unwin, la casa editrice australiana premiata in questa edizione. Ne ho sempre sfogliato il catalogo, anche curiosa di vedere come i libri  circolano di continente in continente. Di questa casa editrice avevo scoperto un libro molto bello, opera di Trace Balla, un racconto di un viaggio in canoa lungo il fiume Glenelg, fino all’oceano, 80 kilometri che vedono insieme un ragazzo e un adulto in un’esperienza calata nella Natura.
Vien voglia di lasciare la città, di seguire questo zio amante degli uccelli, vien voglia di tuffarsi, di pescare, di osservare la vita lungo il fiume.
Dopo le fatiche della Fiera un viaggio lungo il fiume è quel che ci vorrebbe. Invece siamo qui, a leggere, a scrivere, a progettare, a lavorare. L’Australia è lontana, ma con i libri oggi è un po’ più vicina. Il libro che ho fra le mani è promosso dal Governo e dall’Australia Council for the Arts. Come se il Fiume Lento di Alessandro Sanna fosse promosso dal Mibac (Ministero per i beni e le attività culturali), sì, ciao!
Il libro di Alessandro è pubblicato in America da Enchanted Lion, la casa editrice che ha vinto il premio al miglior editore per il continente nord americano. 
Sarebbe stato bello che ad onorare Alessandro fosse venuto un ministro alla Cultura.
Grazia Gotti