Atelier di traduzione

Da qualche tempo nutro interesse per la figura del traduttore, specie del traduttore di libri per ragazzi. Ho pertanto cercato in libreria il volume dal titolo Giornate della traduzione letteraria 2010-2011, pubblicato da Voland in settembre, per leggere l’intervento di Maria Grazia Mazzitelli che ricordava il lavoro di Laura Draghi Salvadori, i cui funerali si sono tenuti a marzo di questo anno.
La grande traduttrice aveva 86 anni ed era dunque nata nel 1926. Ha vissuto a lungo a Firenze, dove si é laureata con Giorgio Pasquali, grande filologo classico. Si é poi sposata con Gianfranco Draghi, poeta, terapeuta, artista, amico di Cristina Campo.
Credo conoscesse sette lingue, scriveva in rima per bambini, ho trovato traccia dei suoi lavori nella storia del premio letterario Laura Orvieto, dalle lettere dei giurati. Come autrice é ricordata per Storie dell’angelo custode, di cui sono stati letti dei brani al funerale.

Suoi interventi sulla letteratura per l’Infanzia si trovano sulla rivista “Il mulino” negli anni cinquanta e in “Schedario” di aprile 1958 si trova una sua bella presentazione della serie “Père Castor”. Rileggere tutte le sue traduzioni, oltre cento, sarà un utile esercizio per i giovani che seguiranno il nuovo percorso dell’Accademia Drosselmeier dedicato alla traduzione.
Si comincia con un piccolo assaggio di letteratura francese, in collaborazione con Rizzoli.
Qui la notizia.
Grazia Gotti