Ascolta il mio cuore

Brano tratto da:
Ascolta il mio cuore di Bianca Pitzorno, Mondadori

Arrivarono alla grotta di Betlemme, che era tutta decorata di luci verdi e rosse intermittenti, e sopra c’era un angelo con uno striscione di stoffa celeste dove c’era scritto: “Pace in terra agli uomini di buona volontà.”
Dentro alla grotta c’erano la Madonna e San Giuseppe che facevano gli onori di casa e, poggiato per terra su un lettino di paglia, c’era Gesù Bambino, tutto nudo, tranne una piccola striscia di stoffa celeste poggiata sulla pancia, che non si capiva come non cadesse.
I Re Magi scesero dai cammelli e gli regalarono oro, incenso e mirra.
Emma scese da cavallo, salutò la Madonna e le chiese: “Ma scusi, signora, perché non gli ha messo qualcosa addosso a questo bambino? Perché lo lascia nudo come un verme?”
“Oh! Tanto fa caldo!” rispose la Madonna.
“Non mi sembra” disse Emma. “Siamo in dicembre. Non vede che le palme sono ricoperte di neve? Lei  e suo marito siete vestiti di tutto punto, con le maniche lunghe. I pastori e gli zampognari hanno la giacchetta di pelliccia, e anche i Re Magi sono coperti con turbanti e mantelli.”
Lei stessa quando aveva visto la neve si era messa le calze pesanti, un maglione e un berretto di lana.
La Madonna, un pò confusa, cercò di giustificarsi: “Ci sono l’asino e il bue che lo scaldano col fiato…”

AUGURI
La redazione