Ancora Resistenza, Libertà, Democrazia

Abbiamo un nuovo presidente della Repubblica. A lui i nostri migliori auguri.
Auguri speciali, a lui ex Ministro dell’Istruzione tra il 1989 e il 1990, accompagnati da un libro dedicato ai ragazzi che ci riporta, attraverso la voce di Anselmo Roveda, una Tina Anselmi giovanissima, in un’Italia che obbligava a scelte difficili, dolorose, a scelte che avrebbero determinato la vita futura, quella individuale e quella collettiva.
Parole accompagnate dalle illustrazioni di Sandro Natalini che, attraverso le figure, scandisce un tempo cronologico e un tempo emotivo, un tempo del pensiero e un tempo dell’azione.
La staffetta Gabriella, il nome di battaglia che avrebbe accompagnato la vita di Tina Anselmi negli anni della guerra di Liberazione, ricorda insegnanti e amici che la aiutarono a decidere da che parte stare.
“E io sono diventata Gabriella (…) E contro la violenza ho deciso che voglio provare a costruire un mondo diverso, un mondo nuovo. Ci vuole democrazia, quella vera: dove tutti contano in base ai loro bisogni e agiscono secondo i loro doveri. Tra l’autunno 1944 e la primavera 1945 l’ho capito bene. L’ho capito con la testa, con il cuore, con la pelle…”
Il libro Una partigiana di nome Tina è in catalogo per Coccole Books.
Aggiungiamo, ricordando il tempo dedicato da Tina Anselmi alle battaglie per il riconoscimento dei diritti alle donne, il libro Nina e i diritti delle donne, edizioni Sinnos, libro che ci riporta un’altra importante figura femminile: Nilde Iotti, stesso percorso di lotta, seduta in parlamento nello schieramento opposto a quello di Tina.

Silvana Sola