AD#18 Gambare Giappone: una carpa sotto i portici di Bologna

Zazie ringrazia Elena Rambaldi, la nostra giapponista, per questo approfondimento domenicale. Invitiamo i cari lettori di Zazie a sostenere il Giappone attraverso una donazione alla Croce Rossa Giapponese.

Il 5 maggio si festeggia in Giappone la festa dei bambini, grandi carpe di stoffa e carta colorata, Koinobori, fluttuano nella brezza di primavera. Sono simbolo di coraggio e ogni famiglia le espone per augurare ai propri bambini salute e felicità.

E’ invece una grande carpa in fil di ferro, creata dall’artista giapponese Chizu Kobayashi che trovo sotto il portico di Strada Maggiore, all’entrata dell’Oratorio della Chiesa dei Santi Bartolomeo e Gaetano. L’Oratorio era affollatissimo giovedì 5 maggio, durante Gambare Giappone (Forza! Giappone), iniziativa culturale per raccogliere fondi destinati alla Croce Rossa Giapponese. Laboratori di ikebana e cerimonia del tè, un mercatino italo-giapponese e un staffetta musicale con cori di adulti e bambini che hanno eseguito canti in lingua giapponese e italiana. Al tavolo degli origami, si impara l’arte di piegare la carta, maestra d’eccezione la mangaka Keiko Ichiguchi. Questo evento, come quello dello scorso 2-3 aprile al Centro Zonarelli (1000 gru di carta) è organizzato da un gruppo di volontari giapponesi di Bologna, supportati da amici italiani. Tra gli organizzatori la soprano Satomi Yanagibashi; tenete d’occhio il suo blog, La città di Satomi, per iniziative di sostegno al Giappone.
Ieri Satomi ci ha inviato il calendario delle prossime iniziative musicali:
15 maggio alla Biblioteca della Basilica di San Francesco
29 maggio Chiesa di San Vitale a Granarolo
2 giugno Rocca di Bazzano, rassegna di cori di bambini

Sono passati quasi due mesi dalla tragedia del terremoto e dello tsunami in Giappone, sui giornale le notizie, i resoconti, le storie di vita sono rare. Persino le notizie sul disastro nucleare stanno diminuendo.
Non ci dimentichiamo dei bambini giapponesi, gambare Giappone!!
Elena Rambaldi