A Claudio, oltre l’orizzonte

Ho conosciuto Claudio Saba attraverso Gabriella Armando, straordinaria figura dell’editoria per ragazzi italiana.
Durante la mia esperienza di libraia in trasferta nella città eterna l’ho incontrato diverse volte. Ma principalmente l’ho “frequentato” attraverso il suo lavoro.
Era entrato nel 1982 nella casa editrice Nuove Edizioni Romane: aveva affiancato Gabriella nella definizione della linea editoriale e aveva curato i progetti grafici dei libri in catalogo.
Claudio è morto ieri.
Lo vogliamo salutare con le parole di Roberto Piumini in un libro che porta la sua firma, per la parte grafica.
Da “La favola dell’orizzonte” in Storie dell’orizzonte, Nuove Edizioni Romane, 1982.
“Conoscete l’orizzonte?
Sono sicuro di sì. Ma sapete dove bisogna andare per vederlo meglio? Bisogna andare in mezzo al mare Pacifico, in un mattino senza nuvole e senza nebbia. Arrivati in mezzo al mare Pacifico, guardate lontano lontano, tutt’intorno, dove finiscono il mare e il cielo: vedrete una linea dritta dritta dritta, che non finisce mai, per quanto voi vi giriate attorno. Quello è l’orizzonte…”
Silvana Sola